Come si prepara la fattura perfetta

La guida completa per compilare la fattura senza commettere errori  
Fattura

La fattura è il documento fiscale che dobbiamo obbligatoriamente compilare quando vendiamo un bene o prestiamo un servizio.

Ogni fattura si emette in duplice copia. L’originale va consegnata o spedita al cliente, mentre la seconda copia dobbiamo conservarla nel nostro archivio per almeno 10 anni.

 

IL CONTENUTO

Una fattura per essere considerata valida deve contenere alcuni elementi essenziali. In particolare, dobbiamo sempre riportare nel documento:

1) la dicitura “Fattura

2) la data di emissione

3) il numero progressivo attribuito (ogni inizio anno la numerazione ricomincia da 1)

4) la nostra denominazione, il nostro indirizzo, il nostro numero di partita Iva, il nostro codice fiscale e il nostro numero di iscrizione al Registro delle imprese

5) la denominazione, l’indirizzo, il numero di partita Iva del nostro cliente

6) le modalità di pagamento

7) la descrizione (natura, qualità e quantità) dei beni che abbiamo ceduto o della prestazione che abbiamo svolto

8 ) il prezzo unitario dei beni

9) il prezzo complessivo (ottenuto moltiplicando quantità per prezzo unitario)

10) gli eventuali sconti applicati

11) la base imponibile (l’importo a cui verrà applicata l’aliquota Iva)

12) l’aliquota dell’Iva

13) l’ammontare dell’Iva (ottenuto moltiplicando l’aliquota per la base imponibile)

14) il totale della fattura (l’importo ottenuto sommando base imponibile e Iva), che costituisce l’importo complessivo che il cliente deve pagarci.

In caso di fattura differita (ossia una fattura che abbiamo emesso successivamente alla data di consegna o spedizione della merce), dobbiamo riportare anche gli estremi (data e numero progressivo) del documento di trasporto, vale a dire il documento che abbiamo emesso per accompagnare la consegna o la spedizione.

Commenti all'articolo

TAG associati: |

Argomenti correlati