Pagamento IMU in caso di decesso: la compilazione F24 da parte degli eredi

In caso di decesso saranno gli eredi del defunti a compilare il modello F24 per il pagamento dell’IMU: ecco come compilarlo.

L’IMU, ovvero l’Imposta municipale unica, è una tassa di competenza comunale introdotta nel 2012 dal governo Monti nel Decreto Salva Italia e colpisce gli immobili. L’importo dell’IMU è calcolato in base alla percentuale di possesso e ai mesi effettivi di possesso nell’anno di imposta e non deve essere pagata da inquilini e comodatari.

IMU pagamento eredi
Come devono pagare l’IMU gli eredi – Lamiapartitaiva.it

Dal momento che è una tassa di competenza comunale, l’IMU va corrisposto proprio al comune in cui si trova l’immobile e solitamente in due rate nel corso dell’anno. Molti italiani si chiedono cosa accade in caso di decesso del proprietario di immobile che paga l’IMU: ebbene l’obbligo di trasferisce agli eredi: vediamo i dettagli.

IMU, come va pagata dagli eredi: i dettagli

Saranno gli eredi a dover pagare l’IMU per conto del familiare defunto se quest’ultimo non aveva già pagato prima tenendo in considerazione i mesi dal 1° gennaio dell’anno di riferimento fino alla data del decesso. Gli eredi devono attenersi a precise normative per il pagamento dell’IMU. 

IMU pagamento eredi
Come devono pagare l’IMU gli eredi – Lamiapartitaiva.it

Nel corso dei mesi successivi alla data del decesso, gli eredi devono pagare l’IMU in proprio nome, considerando la quota di proprietà ereditata. Ogni erede diventa così un soggetto passivo IMU in base alla sua quota di eredità. Al contempo, basta che un solo erede paghi l’IMU per liberare gli altri dal pagamento.

Nel caso in cui una persona è morta nel maggio 2023 e ha due figli come eredi, allora i due figli ereditano il bene diventando nuovi proprietari al 50% ciascuno dell’immobile. I figli, ovvero i due eredi, devono versare l’IMU 2023 per conto del padre per i mesi da gennaio a maggio. Ognuno dei due eredi liquiderà l’IMU 2023 a titolo personale per i mesi da giugno a dicembre, considerando la propria quota di proprietà ereditata.

Gli eredi dovranno prestare molta attenzione nel compilare il Modello F24 per il pagamento del tributo a nome e per conto del defunto. Oltre che inserire i dati anagrafici del defunto gli eredi devono anche inserire il codice fiscale dell’erede che compila il modulo ed effettua il versamento per nome e conto del deceduto. Deve poi essere compilato il campocodice identificativo, da valorizzare con il codice 07, che identifica la qualifica di “erede“.

Infine gli eredi devono compilare la sezione IMU del modello, in cui inserire i dati riferiti al versamento. Ricordiamo, infine, che la responsabilità degli eredi nel pagare l’IMU non si attiva se l’eredità non viene accettata.

Impostazioni privacy