500 Lire Caravelle, possono valere fino a 12.000 euro: potresti averle in casa

Schizza a livelli inverosimili il costo delle 500 Lire Caravelle, possono valere fino a 12.000 euro: una controllata ai tuoi spicci va data.

A volte si ha una fortuna nelle nostre quattro mura, e neanche lo sappiamo. Già, il campo della numismatica è così, trasforma una moneta del vecchio conio in qualcosa molto simile a un tesoro. I collezionisti, d’altronde, non badano a spese e sono disposti a tutti per avere una moneta che per noi è una delle tante che si trova dentro un salvadanaio, in un cassetto o in soffitta.

quanto valgono 500 Lire Caravelle
500 Lire Caravelle, una delle monete più iconica del vecchio conio – lamiapartitaiva.it

Prendete le 500 Lire Caravelle, una delle monete più iconiche dei predecessori dell’euro. Sono chiamate così perché sul dritto (ideato da Guido Veroi) ci sono proprio tre caravelle, con la prua indirizzata verso destra, mentre le bandiere sugli alberi delle navi sono indirizzate verso la prua.  L’iscrizione REPUBBLICA ITALIANA (rigorosamente in maiuscolo) è situata in alto.

Il rovescio non sarò iconico come il dritto, ma è davvero bellissimo: c’è un busto femminile con i diciannove stemmi dei capoluoghi regionali dell’epoca. Se il dritto era opera di Guido Veroi, il rovescio è stato partorito dalla mente dello scultore Gianpaoli. Ma quanto vale di preciso?

500 Lire Caravelle, svelato l’arcano mistero: ecco perché valgono così tanto

Sono state tra le prime monete d’argento coniate, da 1958 al 1967. Uno dei tre tipi di 500 Lire, insieme al Centenario Unità d’Italia e Dante Alighieri. Ma le Caravalle del 1957 sono poco più di duemila esemplari di PROVA, nate per essere un omaggio ai parlamentari dell’epoca. Questo uno dei motivi per cui il loro prezzo di vendita è schizzato tra i numismatici.

500 Lire Caravelle, possono valere fino a 12.000 euro
Controllare le monete del vecchio conio non costa nulla e potrebbe regalarvi un tesoro – lamiapartitaiva.it


Quelle più comuni, dal punto di vista quantitativo appartengono a una finestra temporale che va dal 1958 al 1967, con una pausa nel 1962 e 1963 per fare posto all’emissione delle 500 Lire “Centenario Unità d’Italia”. Dal 1968 al 2001 le 500 Lire “Caravelle” vennero coniate solo per le serie destinate ai collezionisti.

Non c’è solo una differenza temporale: le 500 Lire Caravelle di PROVA, hanno un diametro di 29 millimetri e pesano 11 grammi, mentre quelle coniate dal 1958 sono simili ma non uguali: in argento sì, 11 grammi di peso pure, è il loro diametro leggermente diverso, più grande, 29,5 millimetri. Ovviamente quelle del 1957 valgono di più: nella condizione Fior di Conio si arriva a 12.000 euro, in quella Splendida 7500, in quella Bellissima 5.000 euro, non poco affatto. Se ne avete di altre, potreste venderle su ebay, a qualche decina di euro: le più recenti (coniate nel 1995) qualche collezionista arriva a pagarle anche sessanta euro, dipende tutto dallo stato in cui sono.

Impostazioni privacy