Bancomat, attenzione alla nuova truffa: ti rubano tutti i soldi in pochi istanti

È bene prestare attenzione quando si usa il bancomat, c’è il rischio di subire una truffa e di perdere soldi. La modalità con cui agiscono i malviventi è chiara.

Il bancomat è uno strumento davvero utilissimo e di cui sono in possesso praticamente tutte le persone che hanno un conto corrente, che lo utilizzano per effettuare i pagamenti quando non hanno i contanti a disposizione. Non sono pochi nemmeno gli anziani che ne hanno uno, nonostante molti di loro preferiscano ancora avere tra le mani le banconote, averlo permette infatti loro di darlo a un figlio per effettuare un prelievo allo sportello più vicino.

nuova truffa bancomat
Subire una truffa con il bancomat è davvero semplice – Lamiapartitaiva.it

Pur trattandosi di un sistema sicuro, è in crescita il numero di malviventi che cercano di aggirare i sistemi informatici e di rubare i soldi a poveri malcapitati. È bene quindi essere a conoscenza della nuova truffa diffusa in Italia, che sta facendo non poche vittime, in modo tale da prestare la massima attenzione e tenere gli occhi ben aperti.

Nuova truffa al bancomat: ecco come agiscono i malintenzionati

Andare allo sportello per prelevare dei contanti con il bancomat è una consuetudine piuttosto comune, ma è bene prestare la massima attenzione se non si vuole correre il rischio di essere truffati. Il nuovo modo con cui tentano di agire i malviventi è piuttosto chiaro, quindi massima attenzione soprattutto se vedete più persone nei paraggi (non agiscono mai da soli).

Una truffatrice cerca di avvicinarsi, anche se non troppo, per tentare di leggere il PIN che si sta inserendo, poi si allontana dopo averlo memorizzato. A quel punto compare in scena un’altra persona, che si posiziona in coda, ma con il compito di entrare in possesso della carta del consumatore che sta effettuando l’operazione.

nuova truffa bancomat
Massima attenzione quando si effettua il prelievo contanti al bancomat – Lamiapartitaiva.it

La complice mette una banconota per terra, fingendo che sia di chi è intento a fare il prelievo, per questo con solerzia le chiede se quei soldi fossero suoi spingendola a girarsi. Questo consente alla terza complice di sostituire il suo bancomat originale con uno falso. Ora che i criminali sono in possesso del codice segreto potranno fare acquisti indisturbati, come se fossero i reali proprietari della tessera.

Attenzione alla clonazione

È in crescita il numero di episodi di persone che sono vittime di clonazione di bancomat o carte di credito, al punto tale che si rendono conto di quanto accaduto solo quando hanno verificato che sul conto corrente sono rimasti pochissimi soldi. I truffatori entrano in azione installando una piccola camera che punta alla tastiera dello sportello.

@massimiliano.dona Attenzione alla truffa allo sportello del bancomat! Guardate come funziona… #truffa #consumatori #bancomat ♬ suono originale – massimiliano dona

Il finto lettore viene solitamente applicato dove si inserisce la carta, mentre la camera viene installata sotto un finto pannello di protezione. L’unica accortezza che è possibile mettere in atto in ottica preventiva consiste nel muovere il lettore della carta prima di effettuare il prelievo, in modo tale da verificare se si noti qualcosa di anomalo. Attenzione inoltre alla presenza di una plastica sulla tastiera con un foro all’altezza delle mani, questo sta a indicare un tentativo di manutenzione.

La clonazione di bancomat e carte di credito è considerata un reato dal Codice Penale all’articolo 493-ter. In questo caso è prevista “la reclusione da uno a cinque anni e con la multa da 310 euro a 1.550 euro“. Chi dovesse essere vittima di questa situazione dovrà innanzitutto bloccare la carta attraverso il numero verde dedicato fornito dalla banca, per poi presentare denuncia alle forze dell’ordine.

Impostazioni privacy