Bonus caldaia, ultimi mesi per dimezzare il costo

Se devi sostituire la tua vecchia caldaia con una nuova puoi dimezzare il costo grazie al bonus caldaia. Ma questi sono gli ultimi mesi.

Anche nel 2024 i cittadini avranno la possibilità di usufruire del bonus caldaia che permette di accedere ad un importante sconto sul costo di acquisto di una caldaia. L’incentivo dunque rimane attivo anche per tutto il 2024 e permetterà di sostituire una caldaia vecchia con una di nuova generazione.

Bonus caldaia 2024
Sostituire la tua vecchia caldaia con una nuova – Lamiapartitaiva.it

Questo bonus ha un doppio vantaggio, perché oltre a permetterti di risparmiare sulle spese di sostituzione di una vecchia caldaia ti consentirà di risparmiare anche sui consumi. Per questo motivo sostituire una vecchia caldaia nel 2024 può essere davvero un’ottima scelta, grazie alla presenza degli attuali incentivi che rimarranno operativi fino al 31 dicembre.

Bonus caldaia 2024: è operativo fino alla fine dell’anno

Sono molteplici i casi in cui potrebbe essere necessario sostituire una vecchia caldaia, in alcuni casi è perché ci si trova di fronte a caldaie obsolete, come ad esempio quelli a gas che ormai hanno i giorni contati.

sostituire la tua vecchia caldaia con una nuova
Dimezzare il costo grazie al bonus caldaia – Lamiapartitaiva.it

Ad oggi, non si sa se anche nel 2025 sarà possibile sostituire una vecchia caldaia usufruendo di agevolazioni e incentivi fiscali. Nel frattempo però, chi ha intenzione di cambiare la caldaia a costo zero sfruttando il bonus 2024 a tempo fino al 31 dicembre.

Il bonus caldaia 2024 in realtà è un’agevolazione che rientra all’interno di altri bonus edilizi, per questo motivo la percentuale di detrazione fiscale può essere diversa.

Chi ha chiesto e ottenuto l’accesso al superbonus al 70%, potrà ottenere la detrazione fiscale con l’aliquota più alta. Altrimenti è possibile usufruire del bonus ristrutturazione che riconosce una detrazione pari al 50%, e se si tratta di risparmio energetico la detrazione sale a 65%.

Per poter sfruttare il bonus caldaia è necessario effettuare un pagamento tracciabile, ovvero tramite bonifico parlante o moneta elettronica. Occorre poi conservare la documentazione rilasciata dal tecnico che ha effettuato l’intervento e inviare entro 90 giorni dall’installazione della nuova caldaia tutta la scheda informativa all’ENEA.

Il potere accedere all’incentivo fiscale è necessario che il cittadino provvede all’acquisto di una caldaia a condensazione in classe energetica A oppure superiore. In base al tipo di bonus a cui si riesce ad accedere sia un diverso limite di spesa. Ad esempio per il bonus ristrutturazione al 50% l’importo limite di 30.000 euro di spesa. In ogni caso l’agevolazione è erogata in 10 rate annuali di pari importo.

Impostazioni privacy