Bonus giovani, fino a 1000 euro per chi rientra nei requisiti

Importanti novità in arrivo per i giovani italiani nel 2024: ecco il bonus da non lasciarsi assolutamente scappare.  

Anno nuovo, bonus nuovo. Il governo ha deciso di cambiare strategia sul fronte degli incentivi destinati ai giovani italiani. Ricordate il tanto discusso “Bonus Cultura 18 App”, introdotto nel 2016 per incentivare i ragazzi a investire in attività culturali? Ebbene, l’esecutivo ha deciso di mandarlo in soffitta: il bonus finalizzato all’acquisto di libri, biglietti per musei, spettacoli teatrali e simili non verrà riproposto, una volta esaurita la dotazione finanziaria. Ecco la novità in arrivo.

nuovo bonus giovani
I giovani che non hanno beneficiato del “vecchio” bonus o che matureranno a breve i requisiti avranno accesso a un’altra misura ad hoc. -(Lamiapartitaiva.it)

Il governo guidato da Mario Draghi aveva stanziato 230 milioni di euro per finanziare il “Bonus Cultura 18 App“, ma dal Ministero della Cultura ora fanno sapere che dal 2024 la musica cambia. I giovani che non hanno beneficiato del “vecchio” bonus o che matureranno a breve i requisiti avranno accesso a un’altra misura ad hoc. Vediamo nel dettaglio di cosa si tratta.

Il nuovo Bonus giovani dalla A alla Z

A partire dal prossimo gennaio, i giovani italiani potranno accedere alle seguenti nuove agevolazioni:

  • Carta Cultura Giovani. Si tratta di una misura destinata ai diciottenni di famiglie con ISEE non superiore a 35mila euro, e nata dall’esigenza di garantire un trattamento più equo, concentrandosi sulla condizione economica del nucleo familiare di appartenenza.

    nuovo bonus giovani
    Tre nuove “carte” andranno a sostituire il “Bonus Cultura 18 App”, indirizzando le risorse verso i giovani che ne hanno più bisogno. – (Lamiapartitaiva.it)
  • Carta del Merito. In questo caso abbiamo invece un “premio” elargito senza vincoli di reddito agli studenti che hanno ottenuto 100 o 100 e lode alla maturità, entro l’anno in cui compiono 19 anni.
  • Carta dei Libri. L’incentivo è rivolto alle famiglie con ISEE sotto i 15 mila euro, e mira a promuovere l’accesso alla lettura e a iniziative culturali.

Le tre nuove “carte” appena descritte andranno a sostituire il “Bonus Cultura 18 App”, indirizzando le risorse verso i giovani che ne hanno più bisogno, per promuovere il merito in un’ottica di maggiore equità. Dopo le recenti indagini sui casi di frode legati al sistema del precedente (a Napoli, in particolare, la Guardia di Finanza ha scoperto una truffa di circa 265mila euro, con un edicolante e 530 giovani coinvolti), il Ministro della Cultura in carica, Gennaro Sangiuliano, ha sottolineato l’importanza di iniziative volte a rendere il supporto governativo più mirato ed efficace.

Impostazioni privacy