Il Fisco adotta nuovi algoritmi per scovare i furbetti, attenzione: controlla tutti

Nessuno sfuggirà ai controlli del Fisco. Tramite l’uso di nuovi algoritmi le verifiche saranno sempre più stringenti. Nel mirino non solo i furbetti.

La lotta all’evasione fiscale e al riciclaggio di denaro si inasprisce. I controlli aumenteranno e saranno più precisi per individuare i furbetti che cercano di evadere o riciclare denaro. Scopriamo i nuovi mezzi del Fisco.

I controlli del Fisco su tutti i contribuenti
I controlli del Fisco su tutti i contribuenti (Lamiapartitaiva.it)

L’Agenzia delle Entrate e il Ministero dell’Economia e delle Finanze hanno firmato un nuovo protocollo di intesa 2023/2025 con nuovi obiettivi antievasione da portare a termine. Il fine è recuperare circa 2,8 miliardi di euro. Per raggiungere lo scopo si punterà sulla qualità dei controlli tramite selezioni più mirate dei contribuenti a maggiore rischio di evasione. Verranno utilizzati nuovi strumenti di data analysis che sfrutteranno, ad esempio, i big data e l’interoperabilità delle banche dati.

In più si adopererà anche lo strumento degli scambi informativi internazionali e il Fisco controllerà attentamente il comportamento di chi ha già subito un controllo fiscale. Intelligenza artificiale, text mining, machine learning sono alcuni dei nuovi strumenti di analisi avanzata per eseguire le verifiche su conti correnti dei contribuenti.

Il Fisco usa nuovi algoritmi per individuare gli evasori

Dal 2024 il Fisco utilizzerà algoritmi più efficienti per contrastare l’evasione fiscale. Gli ambiti soggetti a verifica sono numerosi, spiccano le locazioni brevi (sono cambiate le regole), il lavoro domestico, le rendite catastali in seguito ai lavori dei Bonus edilizi. E ancora, gli algoritmi serviranno per l’efficientamento delle attività di recupero coattivo delle somme affidate in riscossione e per controllare i soggetti che non invieranno all’AdE i dati per elaborare la proposta di concordato preventivo biennale.

I controlli del Fisco su tutti i contribuenti
I controlli del Fisco su tutti i contribuenti (Lamiapartitaiva.it)

Tra gli strumenti usati contro l’evasione ci sarà l’anonimetro per monitorare i conti correnti dei contribuenti. Si tratta di un super algoritmo che analizza il rischio di evasione. I dati vengono ricavati dall’Archivio dei Rapporti Finanziari per essere incrociati con altre informazioni che l’Amministrazione già possiede. L’analisi di rischio incrocia i dati dell’Anagrafe dei Conti Correnti (estratti conto, movimentazioni bancarie e ogni altro rapporto dei cittadini con la banca), del maxi database dell’AdE e i dati di ogni conto corrente.

Da specificare che tutti i dati saranno trattati anonimamente per rispettare la privacy dei cittadini. I dati sensibili, nello specifico, saranno sostituiti da codici fittizi per garantire la protezione dei dati personali dei contribuenti soggetti ad accertamenti. L’Anonimetro, dunque, individuerà la platea, sceglierà le basi dati, definirà il criterio di rischio, sceglierà il modello di analisi, individuerà i soggetti a rischio e creerà liste selettive.

Impostazioni privacy