Immobile e donazione, cosa occorre sapere: tipologie, passaggi e tasse

Ecco tutto quello che devi sapere se ha intenzione di concedere un immobile in donazione. Tutti i passaggi e le tasse da versare.

La donazione è uno strumento con il quale una persona cede un bene ad un altro soggetto, in maniera gratuita. In sostanza viene un passaggio di proprietà senza che sia previsto il versamento di un corrispettivo in denaro.

immobile in donazione
Tutti i passaggi e le tasse da versare – Lamiapartitaiva.it

In base a quanto stabilito dalle leggi italiane, è possibile effettuare la donazione di beni immobili. Tuttavia, la disciplina ha individuato i valori economici al di sopra dei quali è necessario versare le tasse. L’applicazione della aliquota di tassazione dipende anche dal legame di parentela che intercorre tra il donatore e colui che riceve il bene.

Immobile in donazione: legame di parentela e tasse

Possono essere molteplici le ragioni per le quali si desidera concedere un immobile in donazione. Spesso questa situazione si verifica tra genitori e figli: anziché aspettare il procedimento successorio, che si apre dopo la morte del genitore, quest’ultimo può decidere di concedere il bene in donazione.

Affinché ciò sia ammesso della legge italiana è necessario che la donazione non entri in conflitto con il diritto di successione degli altri eredi.

tasse per donazione immobile
Immobile in donazione, ecco cosa sapere – Lamiapartitaiva.it

Sulla donazione non è sempre previsto il versamento di tasse. Tuttavia, la disciplina italiana individua un valore al di sopra del quale occorre versare un’aliquota di tassazione. La legge del nostro paese, però, tiene conto anche del legame di parentela che intercorre tra il soggetto che dona e colui che riceve il bene gratuitamente.

Di fatto, quando la donazione coinvolge il coniuge e i parenti linea retta le tasse si calcolano sul valore eccedente un milione di euro. In tal caso è necessario versare un importo pari a 4%. Se invece la donazione avviene tra fratelli e sorelle, si applica un’aliquota del 6% sul valore che eccede il limite di 100 mila euro. Per i parenti fino al quarto grado, gli affini in linea retta e collaterale, fino al terzo grado, si applica un’aliquota del 6%, ma non è prevista alcuna franchigia.

Infine, per tutte le altre persone, quindi anche al di fuori dei legami di parentela, sulle donazioni si applica una aliquota dell’8%, senza alcuna franchigia.n Affinché la donazione sia valida è necessario che il passaggio di proprietà di un immobile venga attraverso un atto notarile in cui devono essere indicate le seguenti informazioni:i dati delle parti contraenti, il valore immobiliare del bene ed eventuali oneri a carico del destinatario.

Impostazioni privacy