Pensione, come cambiare il conto di accredito: cosa occorre, gli step da seguire e i tempi di attesa

Come fa un pensionato a cambiare il proprio conto di accredito per ricevere l’assegno pensionistico: i passaggi

Sono circa 17 milioni i pensionati in Italia nel 2023. Si tratta di persone che, dopo decenni di duro lavoro e di sveglia puntata sempre allo stesso orario, si possono finalmente godere il tanto meritato riposo. Il pensionamento è salutato da partenti ed amici dell’ex lavoratore con una grande festa che simboleggia proprio l’uscita dal mondo del lavoro.

Accredito della pensione cambio IBAN
Come si modifica l’IBAN per l’accredito della pensione – Lamiapartitaiva.it

La maggior parte dei pensionati ritira il proprio assegno mensile direttamente recandosi presso un ufficio postale nei giorni stabiliti da un calendario stipulato di comune accordo tra Poste Italiane e INPS. L’addetto allo sportello, dopo l’autenticazione del pensionato, provvederà a dargli in contanti la cifra spettante.

Accredito della pensione: come cambiare il conto di accredito. I passaggi

Ci sono poi pensionati che preferiscono ricevere il proprio assegno pensionistico direttamente su conto corrente BancoPosta o su conto corrente bancario. Si tratta di pensionati “più giovani” che hanno maggiore dimestichezza con le carte di credito o con le carte di Poste Italiane che permettono l’accredito della pensione.

Accredito della pensione cambio IBAN
Come si modifica l’IBAN per l’accredito della pensione – Lamiapartitaiva.it

Può capitare però, in questo caso, che i pensionato è costretto, o perché smarrisce la propria carta o perché così deciso dall’istituto di credito, a cambiare l’IBAN di accredito della sua pensione. In questo articolo vediamo proprio come fare per modificare le coordinate bancarie per l’accredito della pensione.

Come riporta il sito web dell’INPS, il pensionato può modificare in ogni momento le coordinate per l’accredito della propria pensione. Il servizio messo a disposizione dall’INPS è rivolto ai pensionati che intendono modificare l’IBAN del soggetto pagatore (istituto bancario, Poste Italiane SpA, sportello estero, ecc.) fornito in precedenza all’INPS.

Il pensionato che vuole modificare le coordinate dell’ufficio pagatore deve accedere al servizio online dell’INPS attraverso le proprie credenziali SPID, CIE o CNS. A questo punto non deve fare altro che seguire le indicazioni e, se richiesto, per ragioni di sicurezza, inserire le coordinate attuali di pagamento prima di quelle nuove desiderate. A questo punto non resta che scaricare la ricevuta e stampare la domanda di variazione. Il procedimento è davvero molto semplice.

La domanda di variazione delle coordinate di accredito bancarie può essere presentata online sempre attraverso il servizio INPS dedicato. Per quanto riguarda invece i tempi di lavorazione del provvedimento il termine ordinario per l’emanazione dei provvedimenti è stabilito dalla legge n. 241/1990 in 30 giorni. In alcuni casi la legge può fissare termini diversi.

Impostazioni privacy