Pensione di invalidità passa ai figli: occhio alla norma che stravolge tutto

La pensione di invalidità passa ai figli? Attenzione alla norma che stravolge tutto in materia di eredità della pensione di invalidità.

La pensione di invalidità è quel sussidio che l’INPS eroga alla persona considerata inabile al lavoro. E’ mensile, compreso tredicesima e quattordicesima, e viene data all’invalido civile certificato che ha una disabilità almeno del 74%. Dopo una visita dalla commissione, l’INPS lascia un certificato che attesta la percentuale in base alle patologie che ha il paziente. Ma cosa succede se questa persona ha dei figli e muore?

Pensione di invalidità, si passa ai figli?
La pensione di invalidità passa ai figli quando il genitore muore? (lamiapartitaiva.it)

Le leggi stabiliscono che il coniuge può ottenere la pensione di reversibilità e questo vale per la pensione che percepiva il defunto. Ma cosa succede ai figli del genitore scomparso? Anche per i figli ci sono particolari tutele, ma ovviamente dipendono da diversi fattori. Ci sono infatti dei requisiti per poter godere della pensione di reversibilità del genitore deceduto. Ma ciò avviene anche per quella di invalidità?

Chi può ricevere la pensione del genitore morto? Tutte le casistiche

Quando muore un genitore che percepisce la pensione di invalidità, l’assegno passa direttamente ai figli? Come funziona la legge in materia di eredità riguardo alla pensione erogata dall’INPS per le persone disabili. Ecco cosa dice nel caso in cui ci sono dei figli, come funziona quando l’altro genitore è in vita e in base anche all’età del figlio che percepisce l’assegno del defunto. Funziona come quella di reversibilità?

Pensione di invalidità, si passa ai figli?
pensione di reversibilità ai figli, quando se ne ha diritto: ecco i requisiti -(lamiapartitaiva.it)

La prima cosa da dire è che anche i figli hanno diritto alla pensione di invalidità del genitore che è passato a miglior vita. Si chiama pensione di reversibilità e per passare ai figli del defunto è necessario che si soddisfino dei requisiti come: l’età (fino ai 18 anni) e comprende anche i figli nati entro 300 giorni dal decesso del genitore. Lo status del maggiorenne, come gli studenti, che possono ricevere la pensione fino ai 21 anni. Gli universitari invece fino ai 26 anni e devono risultare a carico del genitore.

Per lo studente lavoratore, invece, è concessa solo se il reddito è inferiore alla soglia minima che viene stabilità dall’assicurazione generale obbligatoria, incrementata del 30% che è proporzionata alla durata dell’attività lavorativa (è di 8.878,92 euro nel 2022). Se il reddito è oltre quel limite la pensione viene sospesa. Non è riconosciuto alcun limite se i figli sono dichiarati inabili al lavoro, se sono ovviamente dipendenti dal genitore defunto.

Impostazioni privacy