Ticket sanitario 2024: hai diritto all’esenzione, ma solo se fai richiesta con queste modalità

Molti cittadini italiani hanno diritto all’esenzione del ticket sanitario per il 2024: ecco come fare la giusta richiesta.

I cittadini italiani sono serviti, per quanto riguarda la sfera della salute, non solo dai professionisti del settore privato ma anche da quelli del Servizio Sanitario Nazionale. Il Servizio Sanitario Nazionale (SSN) nasce il 24 dicembre 1978 con la legge di riforma sanitaria n. 833.

come fare esenzione ticket sanitario
È possibile ottenere l’esenzione totale del ticket, ecco come – Lamiapartitaiva.it

Questa nuova legge introduce un modello universalistico di tutela della salute, sostituendo il vecchio sistema mutualistico fino ad allora vigente e ponendo gli oneri a carico della fiscalità generale. Per usufruire dei servizi del SSN bisogna pagare solo un ticket dal costo irrisorio. In alcuni casi, però, molti cittadini sono esentati anche dal pagamento di questo ticket.

Ticket sanitario 2024: ecco come fare domanda per l’esenzione

Alcuni cittadini italiani sono quindi esentati dal pagamento del ticket sanitario: in altre parole vuol dire che questi cittadini possono usufruire gratuitamente delle prestazioni sanitarie erogate dal Servizio Sanitario Nazionale (SSN). Anche per il 2024 i cittadini che rientrano in alcuni requisiti non pagheranno il ticket.

Ci riferiamo ai cittadini con più di 65 anni e con reddito inferiore a 35.000 euro; disoccupati con reddito inferiore a 8.000 euro; invalidi con invalidità superiore al 69%. Ancora non pagheranno il ticket sanitario i partecipanti ai centri per l’impiego che non sono in cerca di un primo lavoro e i donatori di sangue e di organi.

come fare esenzione ticket sanitario
Procedura esenzione ticket sanitario – Lamiapartitaiva.it

Gli interessati dovranno presentare apposita richiesta di esenzione del ticket sanitario entro il 31 marzo 2024 seguendo una precisa procedura. Tale procedura può essere portata a termine in due modi diversi: online, accedendo al sito web della propria Regione o Provincia Autonoma o tramite gli sportelli ASL.

Per quanto riguarda la procedura online bisogna essere in possesso di credenziali SPID o di CNS (Carta Nazionale dei Servizi). Agli sportelli ASL, invece, la documentazione da presentare per la richiesta di esenzione ticket varia a seconda della categoria di appartenenza. Solitamente bisogna presentare la carta di identità, l’ISEE e la documentazione attestante la condizione di disoccupazione, invalidità o altro.

Attenzione a due dettagli. la prima è la scadenza del 31 marzo: nel caso in cui ci si dimentichi di tale scadenza si può presentare domanda entro il 31 dicembre dello stesso anno. In questo caso, tuttavia, si potrà ottenere l’esenzione solo per le prestazioni sanitarie erogate a partire dalla data di presentazione della domanda.

Ricordiamo, infine, che se la propria condizione reddituale o comunque lavorativa cambia nel corso del 2024, e dunque in anno in corso, il cittadino dovrà presentare una nuova domanda di esenzione ticket.

Impostazioni privacy