Yen in calo, quali sono le ragioni?

Lo yen ha recentemente attirato l’attenzione degli investitori per il suo declino verso minimi annui. Tutto ciò ha provocato diverse domande

Lo yen prosegue la sua tendenza al ribasso, in direzione dei minimi registrati nell’anno. Questo è particolarmente evidente nel cambio con il dollaro, USD/JPY, che ha raggiunto i massimi del 2022.

Sono diverse le circostanze, economiche, finanziarie e geopolitiche, sembrano aver contribuito all’ulteriore apprezzamento del cross valutario, il quale ha registrato una crescita di circa il 16% nel corso del 2023. Cosa c’è da aspettarsi dall’andamento delle valute coinvolte in questo cambio?

Continua lo scontro fra dollaro e yen. Cosa aspettarsi?

Nella sessione del 26 ottobre, lo yen ha subito un ulteriore indebolimento, raggiungendo un nuovo minimo significativo, mentre il tasso di cambio con il dollaro continua gradualmente ad apprezzarsi.

Yen
Foto | Unsplash @Senad Palic – Lamiapartitaiva.it

 

Questa progressiva risalita del valore di cambio di USD/JPY ha suggerito un possibile intervento delle autorità giapponesi nel mercato valutario al fine di stabilizzare i livelli di base del mercato.

Di fronte a questa situazione il Ministro delle Finanze del Giappone Shunichi Suzuki ha dichiarato che le autorità competenti stanno monitorando direttamente la situazione, implicitamente cercando di scoraggiare speculazioni ribassiste sulla valuta nazionale.

Molte persone stanno speculando su un possibile aggiustamento della politica di Yield Curve Control (YCC) da parte della Banca del Giappone (BOJ).

Ad aggravare la situazione del tasso di cambio vi è anche il dollaro, rappresentato dall’indice DXY, che ha superato quota 106 punti ed è determinato a testare nuovamente i massimi dell’anno.

L’attuale apprezzamento del dollaro è correlato all’aumento della volatilità nel mercato obbligazionario, con rendimenti che oscillano notevolmente, influenzando in modo significativo le prospettive future degli operatori di borsa.

In sintesi, la situazione è complessa a causa del contrasto tra la politica monetaria giapponese e le prospettive relative a quella statunitense, che sembrano ancora ostacolarsi reciprocamente.

Il grafico del cambio valutario USD/JPY riflette una serie di contesti tecnici interessanti: in primo luogo, è evidente il canale ascendente che accompagna il prezzo dall’inizio dell’anno.

Nel passato, i minimi, identificati tramite l’indicatore RSI a 14 periodi su un timeframe giornaliero, si sono rivelati ottime zone di ripartenza, mentre i massimi sono stati utili per individuare i ritracciamenti nella crescita, seguendo i principi dell’analisi tecnica.

Il valore del cambio è nuovamente vicino a quota 150, una soglia psicologica chiave, che coincide con i massimi registrati nello stesso periodo dell’anno precedente, creando una narrativa interessante nella crescita di questo cross valutario.

Attualmente, non emergono segnali tecnici di inversione, mantenendo il trend di fondo al di sopra della media mobile a 200 periodi.

Per contestualizzare, è importante sottolineare che la debolezza dello JPY è evidente anche in altri cambi valutari che coinvolgono valute diverse dal dollaro, come ad esempio EUR/JPY e GBP/JPY.

Investire sul mercato del Forex

Investire in contratti per differenza (CFD) sul mercato del Forex (Foreign Exchange) è una scelta comune per coloro che cercano opportunità nel trading valutario.

I CFD consentono agli investitori di speculare sulle fluttuazioni dei tassi di cambio senza dover possedere effettivamente le valute sottostanti.

Trading
Foto | Pexels @Burak The Weekender – Lamiapartitaiva.it

 

Questo tipo di investimento offre una serie di vantaggi, come l’accesso a una vasta gamma di coppie di valute provenienti da tutto il mondo e la possibilità di negoziare con leva finanziaria.

La leva finanziaria consente agli investitori di aumentare l’esposizione al mercato con un capitale limitato, potenzialmente aumentando i profitti. Con XTB puoi investire in oltre 55 CFD su Forex.

Tuttavia, è importante sottolineare che l’investimento in CFD sul Forex comporta anche dei rischi significativi.

Il mercato del Forex è noto per la sua volatilità e può subire bruschi cambiamenti a causa di eventi economici, politici o sociali.

La leva finanziaria può amplificare sia i profitti che le perdite, quindi è necessario avere una solida comprensione dei mercati finanziari, delle dinamiche valutarie e degli strumenti di analisi tecnica e fondamentale.

Inoltre, è consigliabile adottare una strategia di gestione del rischio efficace, che includa la limitazione delle perdite e l’utilizzo di stop loss e take profit. XTB fornisce anche una serie di strumenti e risorse educative per aiutarti a prendere decisioni informate sugli investimenti su Forex.

Che tu sia un investitore esperto o un principiante, XTB è in grado di soddisfare le tue esigenze e aiutarti a raggiungere i propri obiettivi finanziari.

Impostazioni privacy