Agenzia dell’Entrate all’attacco, con le nuove tecnologie addio all’evasione fiscale: scovati i furbetti, meglio controllare

L’Agenzia delle Entrate ha messo a disposizione una nuova tecnologia. Potremo dire addio all’evasione fiscale?

L’evasione fiscale è un problema molto diffuso in tutta Italia. Mette in crisi il governo e l’economia stessa, motivo per cui l’inflazione è alta. Sottovalutare una situazione come questa vorrebbe dire ignorare il problema. L’Agenzia delle Entrate cerca di combattere il fenomeno da sempre, nonostante non sia per niente semplice. Eppure una recente novità potrebbe risolvere il problema in fretta. Approfondiamo il discorso per capire di più che cosa hanno in mente.

Aumentati i controlli dell'Agenzia delle Entrate
Sono arrivate le nuove tecnologie dell’Agenzia delle Entrate – Lamiapartitaiva.it

L’Agenzia delle Entrate ha riferito che stanno arrivando dei nuovi strumenti digitali. Verranno utilizzati anche dalla Guardia di Finanza per fortuna. E lo scopo sarà quello di scovare gli evasori fiscali quanto prima. Parliamo di algoritmi hi-tech che cominceranno ad essere usati a partire dal 1° gennaio 2024. In questo modo sarà possibile trovare tutti coloro che non pagano le tasse ed inviare più facilmente gli avvisi.

Sistema di controllo per gli evasori fiscali: d’ora in avanti avranno le ore contate

Nel mirino di questo sistema finiranno tutti i settori ovviamente. Nessuno verrà escluso dalla valutazione e potrebbe essere un buon modo per combattere il problema. Come se non bastasse verranno controllati persino i pagamenti sospetti o i sostegni economici per esempio. Al nuovo sistema dell’Agenzia delle Entrate e della Guardia di Finanza non sfuggirà assolutamente nulla. Sembra che le aspettative siano molto alte per questo servizio.

Aumentati i controlli dell'Agenzia delle Entrate
Nuovo sistema del Governo italiano: gli evasori fiscali non si potranno nascondere – Lamiapartitaiva.it

Come se non bastasse l’intelligenza artificiale verrà usata anche per migliorare altre attività. Parliamo di quelle di recupero per la riscossione. Inoltre i soggetti che non invieranno dati, o che non risponderanno alle comunicazioni, verranno controllati di più. Con queste misure sono convinti che riusciranno a recuperare la maggior parte del denaro perso. Anche se temono che non sarà affatto facile visto e considerata la situazione attuale. Ciò non toglie che siano soddisfatti di questo sistema.

Sono convinti che riusciranno a risolvere parzialmente il problema con il passare del tempo. Staremo a vedere se il nuovo sistema di controllo digitale si rivelerà essere un portento o meno. Nel frattempo suggeriamo di rimanere informati sull’argomento. In fin dei conti è un tema molto importante e che non deve essere trascurato per nessun motivo. E voi che aspettative avete in merito a questo nuovo strumento?

Impostazioni privacy