Al via da Marzo un importante bonus: di cosa si tratta e chi può richiederlo

Accadrà nel mese di marzo ed in molti potranno beneficiarne: i dettagli sul nuovo bonus che consentirà di risparmiare molti soldi.

Il mese di marzo potrà presentare a moltissimi italiani una preziosa opportunità per risparmiare un’ingente quantità di denaro. Come? Grazie ad un nuovo bonus, o meglio ad un incentivo a tre zeri che potrà essere erogato a patto di rispettare tutta una serie di requisiti.

Bonus auto usate 2024, i requisiti
Nuovo bonus attivo da marzo 2024: a chi è rivolto (lamiapartitaiva.it)

L’agevolazione in questione è stata promossa dal Governo italiano e va ad affiancarsi ad un’altra misura già definita nell’ultima legge di bilancio. Vediamo dunque di che cosa si tratta, qual è l’importo e a chi è destinata.

Bonus del mese di marzo 2024, che cos’è e a quanto ammonta

Entrando nel merito del bonus in questione ci troviamo di fronte ad un incentivo destinato al settore automobilistico e riguarda proprio l’acquisto di un veicolo. Ma non fa riferimento alle auto nuove, in merito alle quali è già previsto un bonus suddiviso in differenti tipi di incentivi in base alla tipologie del veicolo. In questo caso infatti l’agevolazione è rivolta a chi decide di acquistare un’auto usata a fronte della rottamazione di un veicolo vecchio.

bonus auto marzo 2024
A quanto ammonta il bonus auto usate e come sarà possibile ottenerlo da marzo 2024 -(lamiapartitaiva.it)

L’importo erogato ammonta a 2000 euro e verrà corrisposto solo nel caso in cui vengano rispettati alcuni requisiti legati al tipo di auto rottamate e acquistate: nel primo caso dovranno avere non meno di dodici mesi ed essere di classe fino a Euro 5. Nel secondo caso invece il veicolo di seconda mano dovrà essere almeno di Euro 6 ed il suo valore non dovrà superare, escludendo l’Iva, i 25mila euro.

Ci troviamo dunque di fronte al cosiddetto bonus auto usate e proprio come quello per i veicoli nuovi è pensato per dare una spinta alla transizione energetica e contribuire alla riduzione delle emissioni inquinanti attraverso un ‘upgrade’ del parco auto. Perché il bonus diventi operativo occorrerà aspettare un Decreto attuativo che ne disciplinerà l’utilizzo.

In ogni caso sarà destinato alle persone fisiche senza limiti di reddito ma non alle società. La somma di 2000 euro sarà proposta come sconto sul prezzo di acquisto dell’auto usata di categoria M1. Occorre inoltre aggiungere che, a fronte di uno stanziamento di 20 milioni di euro, il bonus sarà previsto solo fino all’esaurimento di tali fondi pertanto bisognerà muoversi per tempo per poterne beneficiare.

Impostazioni privacy