Altroconsumo smaschera le famose marche italiane, altro che qualità: valori oltre i limiti

Le marche famose garantiscono sempre la qualità dei prodotti? Altroconsumo le smaschera e trova valori oltre i limiti di legge.

Alimentarsi in maniera sana sappiamo ormai tutti quanto sia importante per la nostra salute; l’importanza di portare in tavola prodotti salutari è sicuramente una consapevolezza acquisita da un po’ di anni. Ma è sempre facile districarsi tra le centinaia di prodotti che compriamo al supermercato? Purtroppo non è sempre semplice, abbiamo imparato è vero a leggere le etichette, a cercare di capire la provenienza dei prodotti, come vengono trattati ma c’è sempre l’incognita in agguato.

Altroconsumo test sul riso
Le grandi marche garantiscono la qualità? Non sempre, dice Altroconsumo -lamiapartitaiva.it

La legge ci viene in aiuto stabilendo per esempio limiti massimi alle sostanze che si possono trovare all’interno di certi alimenti, fortunatamente ci sono ora molti studi di ricerca indipendenti per stabilire la presenza di sostanze potenzialmente nocive all’interno dei cibi che mangiamo tutti i giorni. Abbiamo molte più conoscenze, grazie alla ricerca, sulle sostanze che danneggiano il nostro organismo e possiamo evitarle.

Ci sostanze nocive però, che non sono direttamente aggiunte all’alimento e che quindi non risultano in etichetta ma che possono provenire dalle falde acquifere e contaminare la materia prima o dai pesticidi con cui viene coltivata. Altroconsumo, con i suoi innumerevoli test scientifici, ci aiuta a fare una scelta.

Ecco cosa rivelano di negativo i test di Altroconsumo su un certo alimento anche nelle grandi marche

Come dicevamo, gli esperti di Altroconsumo ci aiutano con i loro test a capire se quello che mangiamo è veramente salutare e spesso ci troviamo davanti a notizie inaspettate: siamo abituati a pensare che le grandi marche rappresentino anche una garanzia di qualità del prodotto e che quelle più economiche siano più facilmente meno salutari.

Questo test, che gli esperti hanno condotto riguardo al riso, ci dimostra proprio il contrario. Il riso è un alimento che nella cucina in generale è molto usato ma in Italia fa parte veramente della nostra tradizione culturale ma può contenere sostanze che ci danneggiano.

Altroconsumo test sul riso
Guarda i risultati del test sul riso, ecco le marche migliori-lamiapartitaiva.it

Sono stati analizzati 20 campioni, di altrettante marche, di riso della tipologia Carnaroli molto apprezzato in cucina. Quello che hanno cercato gli esperti sono le possibili sostanze nocive per l’uomo come pesticidi o metalli pesanti. Tre delle marche di riso analizzate hanno rivelato la presenza di cadmio oltre i limiti precauzionali stabiliti per legge; sono marche famose che solitamente associamo alla sicurezza alimentare ma purtroppo Conad, Pam e Mondella-MD vendono un riso, di tipologia Carnaroli, che alla lunga può nuocere gravemente alla nostra salute, il cadmio si accumula all’esterno del chicco di riso e provoca danni ai reni e alle ossa.

Altroconsumo però ci dice anche quali sono le marche che dal test escono con un buon punteggio riguardo a questa problematica: al primo posto “Le Stagioni d’Italia” con un punteggio di 80 su 100, a pari merito “Riso del Vo‘. Al secondo posto abbiamo il “Riso Almo” con un buon punteggio 78 su 100 e terzo in classifica risulta essere “Riso Gallo” con un punteggio di 76 su 100. Ma ve ne sono molte altre che hanno ottenuto un buon risultato come per esempio Coop o Natura Sì. Questi risultati sono un ottimo esempio della direzione che deve essere presa per il futuro del Pianeta e di conseguenza per il nostro futuro.

Impostazioni privacy