Attenzione, questa banca italiana sta bloccando i conti correnti: senza alcun preavviso

Amara sorpresa per tantissimi correntisti di una nota banca: l’istituto di credito sta bloccando vari conti correnti senza preavviso.

Avere un conto corrente bancario è, al giorno d’oggi, un requisito fondamentale per la maggior parte degli italiani. Dal 2017, infatti, per volere del governo Renzi, tutti gli stipendi devono essere versati con metodi di pagamento tracciabile e dunque tramite i bonifici bancari. Ne consegue che tutti i lavoratori italiani devono possedere un conto corrente associato ad una carta di credito o bancomat.

conti bancari sospesi
Conti correnti bancari chiusi improvvisamente, cosa succede – Lamiapartitaiva.it

Quando si decide di aprire un conto corrente bisogna recarsi in un istituto bancario o seguire una apposita procedura online. Al termine della procedura, fisica o online, all’intestatario del conto sarà consegnata una carta di credito e le coordinate del proprio conto. In questi giorni, però, si sta verificando un problema che riguarda proprio i conti bancari.

Conto correnti chiusi senza preavviso: ecco cosa sta accadendo

Sono davvero tanti i correntisti, anche italiani, che stanno riscontrando il blocco del proprio conto corrente senza alcun preavviso. L’istituto di credito che sta effettuando questa operazione è Unicredit Bulbank, una grande banca bulgara che fa capo ad Unicredit, una delle più utilizzate anche nel nostro Paese.

Unicredit Bulbank sta bloccando, senza preavviso, i conti correnti dei clienti che non effettuano prelievi da almeno 12 mesi. La banca giustifica il blocco come misura di sicurezza per “il bene dei clienti” contro potenziali perdite di denaro. Tuttavia, molti clienti si sono lamentati di non essere stati avvisati del blocco e di aver avuto difficoltà a sbloccarlo.

conti bancari sospesi unicredit bulbank
Chiusura senza preavviso di conti correnti per questa banca – lamiapartitaiva.it

La banca sostiene che il blocco è previsto al punto 96 delle condizioni generali per l’apertura e la gestione dei conti correnti. Come riporta il suddetto punto delle condizioni generali, “in assenza di prelievi per 12 mesi, la banca può “immobilizzare” il conto per tutelare i clienti. Per riattivare il conto, il cliente deve effettuare un’operazione di addebito e darne conferma alla banca“.

Di contro i clienti lamentano la mancanza di trasparenza da parte della banca e criticano la prassi di bloccare i conti senza preavviso, creando disagi e impedendo l’accesso ai propri soldi. Inoltre i clienti chiedono maggiore chiarezza sulle condizioni di blocco e sui modi per sbloccarlo. Cosa possiamo fare se ci ritroviamo il conto bloccato?

La prima cosa da fare è appunto verificare le condizioni generali del conto: assicuriamoci di aver letto attentamente le condizioni per sapere se il blocco del tuo conto è legittimo. A questo punto possiamo contattare la banca per chiedere informazioni e spiegazioni a riguardo. Bisogna poi effettuare una operazione di addebito per riattivare il conto. Infine, teniamo traccia dei movimenti del conto per evitare che il tuo conto venga nuovamente bloccato in futuro.

Impostazioni privacy