Bonus psicologo 2024, può essere richiesto dalle Partite IVA? I requisiti

C’è un importante novità che riguarda il bonus psicologo 2024 erogato dall’INPS: forse può essere richiesto anche dalle partite IVA.

Il bonus psicologo è un sostegno economico che l’Inps riconosce in favore di determinate categorie di persone che hanno bisogno di affrontare un percorso terapeutico. Le risorse economiche messe a disposizione per questa misura hanno lo scopo di aiutare tutti coloro che hanno subito un disagio psicologico a causa della reclusione forzata legata alla pandemia da covid-19.

bonus psicologo per partite iva
Si può richiedere il bonus se si ha partita Iva? – Lamiapartitaiva.it

In particolare il bonus psicologo è rivolto a coloro che sono in condizioni di depressione, ansia, stress o qualsiasi altra fragilità psicologica. Inizialmente il bonus è stato approvato per l’anno 2022, ma con la legge di bilancio 2023 è stato prorogato anche al biennio 23/24.

Pertanto anche nel corso dell’anno appena iniziato sarà possibile accedere al bonus, che può raggiungere l’importo di €1500. Questa misura economica può essere sfruttata anche da coloro che hanno la partita IVA?

Bonus psicologo 2024: cos’è e quando si può fare richiesta

Anche nel 2024 sarà possibile accedere al bonus psicologo, ovvero la misura economica che permette alle persone in difficoltà di affrontare un percorso terapeutico. Il bonus è erogato dall’INPS E ha un valore massimo di 1500 a persona. Può essere richiesto on-line per coloro che hanno un ISEE inferiore a €50.000.

Lo scopo del beneficio economico è quello di offrire sostegno alle persone che intendono intraprendere sessioni di psicoterapia presso professionisti che aderiscono all’iniziativa bonus psicologo 2024. Il bonus psicologo 2024 è riconosciuto una sola volta ad ogni cittadino italiano e prevede l’erogazione di tre diversi importi in base alla fascia ISEE di appartenenza:

bonus psicologo per partite iva
Bonus psicologo 2024, ecco come ottenerlo – Lamiapartitaiva.it
  • Inferiore a €15.000 si ottiene un importo massimo di €600
  • Compreso tra 15.000 e 30 mila euro sia diritto ad un bonus di €400 per ogni beneficiario
  • Compreso tra 30.001 e 50.000 euro si ha diritto ad un bonus di €200.

Oltre a rispettare la condizione reddituale ed economica fissata dal regolamento del bonus, per accedere al Contributo economico è necessario essere cittadini italiani, senza alcun requisito di età. Al momento della richiesta occorre essere residenti in Italia.

Il bonus è accessibile presentando un’apposita domanda accedendo al portale INPS con le proprie credenziali digitali. Così l’utente potrà andare nella propria area personale per presentare la domanda per se stesso o per un minore di cui si ha la responsabilità genitoriale oppure è un tutore o un affidatario.

Impostazioni privacy