Cambio di residenza, non solo carta d’identità: quali documenti occorrono per procedere

Il cambio di residenza è un procedimento che richiede non solo la carta d’identità, ma anche specifici documenti. Vediamo quali occorrono.

Quando si decide di effettuare un trasloco e cambiare abitazione, è necessario affrontare diversi passaggi, primi fra tutti il cambio di residenza. Si tratta di un procedimento burocratico necessario, poiché rappresenta il luogo legale e fiscale in cui una persona risiede.

Cambio di residenza, non solo carta d'identità
Cambio di residenza: non occorre soltanto la carta d’identità – lamiapartitaiva.it

Per procedere con tale operazione, è necessario presentare un’apposita comunicazione scritta al Comune di destinazione, ma non solo! Cerchiamo di capire quali sono i documenti fondamentali per portare a termine efficacemente questo importante procedimento.

Ecco tutti i documenti necessari per il cambio di residenza

L’operazione burocratica del cambio di residenza inizia con la corretta compilazione dell’apposito modulo, al quale devono essere allegatele copie delle carte di identità di tutte le persone coinvolte nel trasferimento.

quali documenti occorrono per procedere
Sono questi i documenti necessari per procedere – lamiapartitaiva.it

Tuttavia, la lista dei documenti necessari non si ferma qui! Vediamo subito quali occorrono, oltre a quello sopracitato:

  • Fotocopia del codice fiscale (fronte e retro)
  • Fotocopia del contratto di locazione, comodato d’uso o acquisto della nuova residenza
  • Fotocopia della patente di guida (se in possesso)

È importante, poi, comunicare il cambio di residenza anche ad altri uffici o enti, come la Motorizzazione Civile, anche nel caso in cui non si disponga di un veicolo. A tal proposito,  il Comune solitamente fornisce un modulo specifico da inviare per l’aggiornamento della patente e del libretto di circolazione.

Per i cittadini europei o extracomunitari che richiedono il cambio di residenza, invece, è necessario integrare la documentazione con:

  • Passaporto o carta d’identità valida
  • Visto d’ingresso, se richiesto
  • Permesso di soggiorno

Sarà interessante sapere, poi, che questa procedura può essere effettuata anche comodamente a casa, accedendo al portale online dell’Anagrafe Nazionale della Popolazione Residente (ANPR), sempre allegando tutti i documenti richiesti. Inoltre, a partire dal 2022, questa possibilità è stata estesa anche agli italiani iscritti all’Anagrafe che risiedono all’estero, dando un aiuto notevole nel processo di rimpatrio.

Per procedere online, dunque, è necessario accedere al portale ANPR utilizzando una delle seguenti credenziali: Spid (identità digitale), Cie (carta di Identità elettronica), o Cns (carta nazionale dei servizi). Una volta effettuato il login, è possibile selezionare il servizio desiderato (in questo caso “Residenza“), e completare la richiesta di cambio di residenza: una volta preso visione dell’informativa e dichiarato l’assenza di informazioni mendaci, basterà inserire la tipologia di cambio di residenza, compilare e inviare il tutto.

Si tratta di un’operazione davvero intuitiva, che contribuisce a rendere questo procedimento burocratico efficiente e accessibile a tutti.

Impostazioni privacy