Canone Rai, facciamo chiarezza: a quanto ammonta l’importo nel 2024 e come dovrà essere pagato

Il Canone Rai: quanto bisognerà pagare nel 2024 e come andrà versata l’imposta sulla detenzione di apparecchi televisivi. 

È una delle tasse (o meglio un’imposta) meno amate dalla gran parte della popolazione: il Canone Televisivo richiesto dallo Stato per finanziare il servizio pubblico. Non l’unica forma di pagamento obbligatoria in Italia, ma di certo una delle più indigeste agli italiani.

Canone Rai quanto e come pagare nel 2024
Canone Rai, ecco quanto costerò quest’anno la tassa sulla tv – lamiapartitaiva.it

Gran parte della popolazione non ama dover pagare il Canone Rai, un obbligo per tutti i cittadini che nel proprio domicilio dispongono di almeno un apparecchio televisivo. L’attuale esecutivo ne ha alleviato il peso, anche se è ben noto che la maggioranza (in particolare la Lega) non lo ama e non è escluso, anzi, che in un futuro più o meno prossimo non possa essere azzerato.

Per il prossimo anno comunque il Canone Rai resta e andrà pagato come gli anni precedenti. Cerchiamo di capire come e quali sono le novità introdotte dal governo.

Canone Rai, importo e modalità di pagamento nel 2024

Fin dagli albori della tv in Italia è stato introdotto il Canone televisivo (detto impropriamente Canone Rai). Il testo legislativo che lo prevede è essenzialmente lo stesso, salvo qualche modifica.

Come noto l’obbligo di pagare il Canone Rai non è legato all’uso della televisione, ma al possesso dell’apparecchio. Motivo per cui l’imposta consiste in un importo fisso, calcolato in base alle necessità dello Stato, anche se da diversi decenni la Rai (il principale servizio pubblico italiano) è sottofinanziata. Da anni la politica cerca però di rendere più “digeribile” il Canone Rai attraverso riforme come quella del 2016 che ne ha previsto l‘addebito direttamente nella bolletta della luce, suddiviso in 10 rate da 9 euro ciascuno, per un importo totale di 90 euro.

Canone Rai 2024 importo e modalità di pagamento
L’ingresso della storica sede della RAI, in viale Mazzini 14 a Roma (Foto Ansa) – lamiapartitaiva.it

Dal prossimo anno però le cose cambieranno, almeno per quel che riguarda l’importo del Canone. Dal 2024 infatti gli italiani si vedranno ridurre a 70 euro la tassa televisiva, che costerà  circa 5,90 euro al mese per 12 mesi. In questo modo l’importo sarà, oltre che ridotto in senso assoluto, anche più diluito durante l’anno in maniera da risultare meno “invadente” e fastidioso.

Rimarranno sempre attive le diverse forme di esenzione per alcune tipologie di cittadini, a cominciare dagli anziani con almeno 75 anni di età e un reddito non superiore a 8.000 euro annui, le persone senza tv presso il proprio domicilio, i vari gestori di apparecchi telefonici e i funzionari e gli impiegati di Consolati e organizzazioni internazionali. Come ogni anno l’esenzione va richiesta tramite un CAF/Patronato attivo, prima della data del 31 gennaio.

Impostazioni privacy