‘Click day’ per il lavoro domestico: di cosa si tratta e quale sarà la data da ricordare

Il Governo continua a lavorare a misure per la regolarizzazione del lavoro domestico: arriva un nuovo click day.

Dopo l’esperimento di inizio dicembre scorso, quando è stato permesso di avviare pratiche di attribuzione di permessi di soggiorno per assumere colf, badanti o baby sitter in Italia, è possibile sfruttare ancora il click day per inviare nuove istanze di nulla osta per il lavoro domestico. Arriva dunque un’altra giornata di prenotazioni. Il nuovo click day è sempre contemplato dalle aperture decretate dal Decreto flussi triennale 2023-2025. La procedura online richiede alcuni passaggi preliminari.

Rilascio permessi di soggiorno per colf e badanti
Click day per il lavoro domestico – lamiapartitaiva.it

Pare che l’esecutivo di centro-destra stia studiando un nuovo bonus per la copertura del costo del lavoro domestico: una sorta di esonero dai contributi per chi assume badanti. Intanto, prosegue la campagna di regolarizzazione di colf, babysitter e badanti attraverso il click day.

La prenotazione telematica finalizzata a ottenere permessi di soggiorno è già stata sperimentata con alcuni disagi a inizio dicembre 2023. Anche nella nuova giornata dedicata alle prenotazioni bisogna muoversi solo se si risponde a certi requisiti. Il primo di questi requisiti riguarda la condizione economica del datore di lavoro.

Il reddito imponibile deve essere almeno di 20.000 euro per un singolo datore di lavoro, o di 27.000 euro per un nucleo familiare. Questo requisito non vale però se il datore di lavoro è una persona non autosufficiente (un invalido o un anziano che richiede l’assistenza di un badante per sé stesso). Il sito di riferimento cui inviare la richiesta è il portale servizi del Ministero dell’Interno.

Nuovo click day per il lavoro domestico: la data di marzo 2024

Il click day per il lavoro domestico punta ad assegnare prenotazioni per rilasciare permessi di soggiorno ai primi richiedenti nel giorno e nell’ora prestabiliti. Si tratta quindi di una vera e propria corsa contro il tempo per tantissime famiglie.

Click Day marzo colf e badanti
Solo i richiedenti più veloci saranno in grado di ottenere il permesso di lavorare in Italia come colf, baby sitter o badante – lamiapartitaiva.it

Per colf e badanti le famiglie italiane spendono in totale 14,3 miliardi. Questi lavoratori sono i veri protagonisti del welfare in Italia, ma sussistono ancora gravissime irregolarità circa l’inquadramento professionale e fiscale di colf, badanti e baby sitter.

Il click day è dunque uno strumento utilissimo per poter regolarizzare la situazione di un lavoratore o una lavoratrice senza permesso di soggiorno e da qui far scattare l’assunzione regolare (e poter quindi godere di agevolazioni e contributi). La data da segnarsi è quella del 21 marzo 2024.

In quel giorno, infatti, alle ore 9:00, parte il nuovo click day per colf, badanti e babysitter stranieri, connesso al Decreto Flussi del triennio in corso. I lavoratori domestici stranieri collegati al lavoro domestico ammessi a entrare in Italia sono 9.500 nel 2024. Lo stesso numero è stato confermato per il 2025. Ed è sempre lo stesso già visto nel 2023. Si totalizza così la cifra di 28.500 nuovi permessi di lavoro in tre anni.

Impostazioni privacy