Contributi a fondo perduto: la guida completa su quali richiedere

Ci sono diversi contributi a fondo perduto che si possono richiedere e che risultano essere particolarmente convenienti. Scopriamo quali sono.

Esistono diversi contributi a fondo perduto che vale la pena di richiedere e che sono rivolti a divere categorie di persone. Si tratta, senza ombra di dubbio, di misure che risultano essere particolarmente importante ma che spesso non si conoscono.

Contributi a fondo perduto
E’ possibile richiedere diversi contributi a fondo perduto – Lamiapartitaiva.it

Proprio per questo, di seguito andremo ad approfondire un argomento molto interessante che sicuramente riguarda tantissimi italiani. Si coniglia di fare tesoro delle informazioni che stiamo per offrirvi al fine di evitare di lasciarsi sfuggire occasioni davvero imperdibili.

Contributi a fondo perduto, ecco quali sono

Non tutti sono a conoscenza di quelli che risultano essere i contributi a fondo perduto che si possono richiedere e fruttare. Si tratta di una lista piuttosto lunga di misure che si rivolgono a divere categorie di persone. Tra le varie ce ne sono alcune che sicuramente non bisogna lasciarsi scappare.

Contributi a fondo perduto
Le aziende che operano nel turismo possono contare su molti contributi a fondo perduto – Lamiapartitaiva.it

In primis, bisogna citare l’incentivo Resto al Sud volto a sostenere lo sviluppo di nuove realtà imprenditoriali e la nascita di nuove attività libero professionali nel Centro, nel Sud e nelle Isole. Esso consiste nel riconoscimento al 50% di un contributo a fondo perduto, il retante invece è finanziato dalla banca. La misura è destinata ai richiedenti di età compresa tra i 18 e i 55 anni. ad ogni modo, è possibile ottenere tutte le informazioni riguardo all’incentivo in esame recandosi sul sito Invitalia. 

Ancora, chi opera nel settore turistico può contare su diversi aiuti a fondo perduto rivolti a tour operator, alle strutture turistiche alberghiere e a tutte le attività che affrontano l’acquisto di strumenti che riducono l’impatto sull’ambiente. Per quanto riguarda l’accesso ad essi, sarà possibile fino al 2025.

A partire dal 2024, risulta aperta anche la procedura per l’accesso al Green New Deal Italia. Si tratta di una misura volta a sostenere le imprese che avviano investimenti in progetti di economia circolare e decarbonizzazione. Tali imprese possono richiedere contributi a fondo perduto sia per avviare nuovi progetti produttivi sia per migliorare quelli che già esistono.

In ultima analisi, vale la pena citare anche il bonus energia imprese 2024 che può essere richiesto a partire dal 1 gennaio di quest’anno. Nello specifico, si tratta di sconti e incentivi destinate alle imprese energivore ossia a quelle caratterizzate da un alto consumo energetico a patto però che vi siano determinati requisiti. Questi sono indicati nell’apposito sito delle Agenzie delle Entrate.

Ad ogni modo, i contributi a fondo perduto sono continuamente aggiornati per questo si consiglia di informarsi durante tutto l’anno in merito alle possibili variazioni.

Impostazioni privacy