Debiti e pignoramenti, cosa accade ai tuoi soldi su PostePay

Che cosa accade alla propria Postepay quando ci sono di mezzo debiti o pignoramenti? La domanda adesso ha una risposta concreta.

La domanda sorge spontanea, la postepay può essere pignorata? Partiamo dal presupposto che il pignoramento di un conto o di una carta prepagata è un vero e proprio procedimento legale che permette al creditore di recuperare un debito non pagato. Quindi se si ha un debito e non si riesce a pagare, si rischiano di perdere i propri beni.

Postepay pignoramento
Postepay pignorata foto Instagram @postepay -lamiaprtitaiva.it

Spostare i propri soldi su una carta prepagata come una Postepay o una Postepay Evolution potrebbe essere un modo per eludere il problema? Questa convinzione si basa sul fatto che in linea di massima la postepay non riporta mai il nominativo e anche per il fatto che gli importi non sono mai collegati al conto corrente.

Ma in realtà le cose sono molto diverse da quelle che si pensano: anche queste carte possono essere pignorate. Entriamo nel merito della questione per capire meglio come stanno le cose.

Come si fa a capire quanto la Postepay viene pignorata

Quindi la risposta alla nostra domanda principale è la seguente: anche la postepay può essere pignorata, anche se non è presente il nome, la carta è da ritenersi nominativa a tutti gli effetti e la stessa cosa vale anche la postepay evolution.

Pignoramenti sulla postepay: cosa accade
Come funziona il pignoramento sulla Postepay foto Instagram @ilgiornaledichieti -lamiapartitaiva.it

Ovviamente il processo di pignoramento avviene con una decisione giudiziaria che autorizza il creditore ha riscuotere il credito. Poi, una volta che il pignoramento è stato autorizzato, allora il creditore manda la notifica alla banca del debitore per potere prelevare i fondi necessari,

Per verificare se la propria postepay è stata pignorata si possono fare due cose:

  • contattando l’emittente della carta prepagata (in questo caso Poste Italiane)

  • controllando il saldo della Postepay online o tramite app

     

Capito questo, la seconda domanda è come fare per non farsi pignorare i soldi presenti sulla postepay: ebbene, spostare i soldi non è la soluzione più adatta. Anche nel caso in cui questo venisse fatto, il procedimento verrebbe solo rimandato. Il creditore, in un modo o nell’altro, una volta che è stato autorizzato riuscirà sempre a prendere i soldi che gli spettano.

Se per esempio, si prende come ipotesi quella di svuotare il conto e mettere tutto in una cassetta di sicurezza, nel caso in cui gli importi dovessero superare i 10.000 euro, si andrebbe incontro ad una segnalazione all’Uif.

Impostazioni privacy