Fondo Unico Inclusione, il nuovo pacchetto di aiuti per il 2024: come funziona

I soggetti disabili potranno contare, nel 2024, sul cd. Fondo Unico di Inclusione. In cosa consiste e quali vantaggi comporta?

La Legge di Bilancio 2024 ha stabilito l’istituzione del Fondo Unico Inclusione, rivolto alle persone affette da disabilità.

fondo unico inclusione disabili
Cosa prevede il Fondo Unico Inclusione per la disabilità? (lamiapartitaiva.it)

Il Fondo ha lo scopo di incentivare le politiche di inclusione, accessibilità e sostegno a tale categoria di individui, grazie allo stanziamento di 552 milioni di euro, che dovrebbero salire a 581,8 milioni di euro per il 2024 e il 2025 e a 666 milioni dal 2026. Entrerà in vigore dal 1° gennaio 2024 e sarà gestito dal Ministero dell’Economia e delle Finanze.

Grazie al Fondo Unico per l’Inclusione delle persone con disabilità, verranno finanziate una serie di iniziative dirette alle seguenti finalità:

  • potenziare gli strumenti di assistenza, per favorire l’autonomia e la comunicazione tra gli alunni affetti da disabilità frequentanti la scuola dell’infanzia, la scuola primaria e la scuola secondaria di primo e secondo grado;
  • realizzare infrastrutture (anche digitali) per lo sviluppo delle politiche di inclusione dei soggetti disabili, anche con scopo ludico-sportivo;
  • favorire l’inclusione lavorativa e sportiva;
  • diffondere il turismo accessibile;
  • organizzare iniziative per i soggetti affetti da disturbi del neuro-sviluppo e dello spettro autistico;
  • predisporre interventi per il riconoscimento del valore sociale ed economico del lavoro di cura non professionale da parte dei caregivers;
  • promuovere la piena e reale inclusione sociale dei sordi e ipoacustici, ad esempio attraverso la realizzazione di progetti che comprendono attività di interpretariato nella lingua dei segni italiana (LIS) e videointerpretariato a distanza, e incrementare l’uso dei dispositivi diretti al superamento degli ostacoli alla comunicazione;
  • realizzare iniziative e progetti a livello nazionale, per favorire l’accessibilità e l’inclusione dei soggetti con disabilità.

Fondo Unico Inclusione per disabili: come si accede e quali vantaggi comporta?

Il Fondo Unico per l’Inclusione delle persone con disabilità sarà operativo solo in seguito all’emanazione di una serie di decreti da parte dell’Autorità politica delegata per la disabilità.

finanziamento obiettivi fondo unico inclusione
Come funziona il Fondo Unico Inclusione? (lamiapartitaiva.it)

Tali decreti verranno adottati insieme al Ministro dell’Economia e delle Finanze e agli altri Ministri coinvolti a seconda dei settori di riferimento delle iniziative proposte. I Fondi verranno gestiti dalle Regioni e, dunque, i decreti saranno adottati solo previo parere della Conferenza Unificata delle Regioni. Quest’ultima dovrà decidere anche in merito all’incremento dei servizi di assistenza all’autonomia e alla comunicazione diretti agli alunni affetti da disabilità.

Dal 2025, poi, gli Enti territoriali destinatari delle risorse del Fondo verranno sottoposti a un minuzioso accertamento e dovranno fornire tutti i resoconti delle attività svolte. Questo meccanismo avrà lo scopo di consentire il corretto funzionamento del Fondo e di assicurare il corretto utilizzo delle risorse economiche ad esso destinate.

Impostazioni privacy