Il regalo di Natale che hai ricevuto non ti è piaciuto? Niente paura! Ecco come riciclarlo

Riciclare nel mondo di oggi non è più un peccato, anzi. Nemmeno un regalo di Natale, a cui possiamo donare una nuova vita! Ecco come

Si dice “a caval donato non si guarda in bocca”, ma siamo tutti tentati dal giudicare la dentatura del puledro, sintomo di qualità del cavallo e quindi, metaforicamente, del regalo.

Riciclare i regali di Natale
Regali di natale si possono riciclare se non piacciono | Immagine Pexels @Pixabay – Lamiapartitaiva.it

Che poi più di qualità parliamo di gusti, necessità e tempismo. Insomma, i motivi per cui un regalo può non piacerci possono essere mille, e oggi questo non è più un problema.

Dopotutto, nel mondo di oggi, riciclare è un’azione più benefica dello smettere di essere persone difficili.

In Italia si ricicla come non mai!

Un italiano su quattro – dunque il 25 % della popolazione – ricicla i regali di Natale indesiderati, la maggior parte attraverso il web.

Ma per venderli al meglio, bisogna fare attenzione ad alcune cose, dalla confezione del prodotto alla spedizione!

Soprattutto – e prima di tutto – bisogna rinquadrare il concetto di riciclo, perché infondo è un’ottima idea.

Come ripensare il riciclo dei regali

Il primo passo per ripensare il concetto di riciclo è inquadrarlo come un dono. Gratuito, senza contropartite, a beneficio di chi non ha la stessa nostra fortuna di dare e ricevere doni durante le vacanze di Natale, e non solo.

In ogni caso, l’aspetto importante è seguire il mantra: “guai a sprecare i regali di Natale”, perché spesso finiscono in qualche cassetto e tra i tanti oggetti che abbiamo e non utilizziamo: in America è stato calcolato, per esempio, che sotto l’albero, ogni anno, riceviamo e diamo 35 miliardi di dollari di regali non graditi. Tutta merce, denaro e materiali ad altissimo rischio di spreco.

Guida pratica al riciclo dei regali di Natale

Secondo una ricerca realizzata da Coldiretti/Ixe, come già anticipato, quasi un italiano su quattro ricicla i regali di Natale poco apprezzati.

La maggioranza di questi onesti e oneste destinatarie li regala a parenti ed amici ai quali possono tornare utili. Ma un’altra buona percentuale, circa il 30 per cento, li riporta nel punto vendita in cui sono stati acquistati per effettuare un cambio o richiedere un buono. Infine, il 29 per cento degli italiani li rivende su Internet.

Un ottimo modo quest’ultimo, per trasformare i regali non proprio – o per niente! – graditi in una fonte di guadagno e un’ottima occasione per i compratori, per accaparrarsi articoli nuovi a prezzi decisamente interessanti.

Questa è l’era del regifting

Una moda e un fenomeno, il Regifting, in forte crescita nel nostro Paese e una tendenza accelerata dalla sempre maggiore diffusione da applicazioni e piattaforme dedicate su smartphone e tablet grazie ai quali è possibile mostrare il prodotto da rivendere ad un numero molto ampio di persone.

Senza contare la possibilità di esporre l’oggetto sui portali specializzati in specifici prodotti o servizi, affinando ancora di più la ricerca dei potenziali acquirenti.

Regali di natale rossi e bianchi con fiocchetti
Regali di natale | Immagine Unsplash @Freestocks – Lamiapartitaiva.it

Come dare nuova vita ai regali di Natale?

Finalmente allora giungiamo ad alcuni suggerimenti pratici per gestire i regali indesiderati o non adatti a noi.

Si tratta di consigli atti a preservare al meglio il regalo non gradito, di modo che qualcuno con gusti e necessità diverse possa invece davvero apprezzarlo!

  • Preservare la confezione originale: Quando aprite i regali, cercate di non danneggiare la confezione originale. Richiudetela accuratamente per eventuali resi presso il punto vendita.
  • Se regalate il dono a qualcun altro: Se decidete di donare il regalo ricevuto a un amico o un parente che potrebbe apprezzarlo di più, sostituite la carta regalo e rimuovete i bigliettini d’auguri. Assicuratevi che il destinatario non conosca chi vi ha originariamente fatto il regalo.
  • Conservare per un uso futuro: Se preferite conservare il regalo per un futuro utilizzo o per regalarlo in un’altra occasione, attaccate un post-it con il nome di chi ve l’ha donato, evitando così possibili confusioni.
  • Verifica della scadenza: Nel caso di prodotti soggetti a scadenza, verificate attentamente la data prima di considerare il riciclo.
  • Organizzare uno scambio di regali: Organizzare una serata divertente con amici per scambiarsi i regali indesiderati può essere un’ottima soluzione per tutti.
  • Utilizzare i social e gruppi online: Sui social network esistono gruppi e pagine specifici dove potete scambiare o donare regali non graditi, come ad esempio “Io regalo” e “Te lo regalo se vieni a prenderlo”.
  • Beneficenza: Non dimenticate di donare i regali a enti di beneficenza, portando felicità a chi ne ha maggiormente bisogno.
  • Riciclo creativo: Valorizzate il riciclo creativo per dare nuova vita agli oggetti non utilizzati. Per fare un esempio: un maglione indesiderato potrebbe trasformarsi in un caldo cappello invernale o in un pratico copritazza fai da te.

Come rivendere i regali di Natale su internet?

E come dare nuova vita e destinatario a un regalo tramite il magico ma insidioso mondo del web? Ecco qualche atteggiamento da adottare per chiudere dei buoni affari.

  • Ricerca preliminare dei prezzi: Prima di pubblicare l’annuncio, cercate i prezzi di oggetti simili per determinare una giusta valutazione.
  • Descrizione accurata: Descrivete accuratamente l’oggetto in vendita, specificando marca, colore, dimensioni e dettagli tecnici, se rilevanti.
  • Immagini chiare: Correlate al testo immagini chiare che mostrino l’oggetto in vendita come nuovo e mai usato.
  • Varie opzioni di pagamento: Se possibile, offrite diverse modalità di pagamento per accontentare gli acquirenti.
  • Imballaggio e spedizione: Assicuratevi di confezionare bene il prodotto prima della spedizione e cercate di non far attendere troppo l’acquirente una volta conclusa la trattativa.

Come riciclare la carta dei pacchetti regalo?

Infine, anche e soprattutto la carta da regalo può essere riciclata per evitare sprechi, riducendo il materiale che finisce in discarica.

Ci sono diversi modi creativi per riciclare la carta da regalo dei pacchetti natalizi anziché gettarla via. Ecco alcune idee:

  1. Rivestire i cassetti: Utilizza la carta da regalo per rivestire i cassetti dei mobili. Questo non solo donerà un nuovo aspetto ai mobili, ma proteggerà anche il loro interno.
  2. Realizzare decorazioni: Ritaglia motivi decorativi dalla carta da regalo per creare decorazioni per prossime occasioni festive, come addobbi per Pasqua o compleanni.
  3. Creare nuove carte d’auguri: Taglia parti della carta da regalo e riciclale per creare nuove cartoline d’auguri o biglietti di ringraziamento fatti a mano.
  4. Realizzare origami: Utilizza la carta da regalo per praticare l’arte dell’origami e creare figure, animali o oggetti decorativi.
  5. Imballaggi per piccoli regali: Se la carta da regalo è abbastanza resistente, puoi utilizzarla per avvolgere piccoli regali o pacchetti.
  6. Proteggere libri e quaderni: Utilizza la carta da regalo per coprire e proteggere i libri o quaderni, personalizzandoli.
  7. Creare segnalibri: Taglia strisce di carta da regalo, decorali e trasformali in segnalibri unici e colorati.
  8. Decoupage e scrapbooking: Utilizza la carta da regalo per progetti di decoupage o scrapbooking, creando collage o decorazioni per album fotografici.
  9. Decorazioni per feste o eventi: Utilizza la carta da regalo per creare festoni, fiocchi o altri elementi decorativi per feste o occasioni speciali.
  10. Proteggere piatti o oggetti fragili: Utilizza la carta da regalo per avvolgere piatti o oggetti fragili prima di riporli, proteggendoli dai graffi o dalla rottura.

Ricordati sempre di verificare la qualità e la resistenza della carta da regalo prima di usarla per determinati scopi. Con un po’ di creatività, è possibile dare nuova vita alla carta da regalo anziché buttarla via.

E lo stesso è possibile con regali indesiderati, perché i “sogni mancati” di qualcuno sono senza dubbio i “desideri” di qualcun altro.

Impostazioni privacy