ISEE, nuove scale di equivalenza per ogni bonus: devi scegliere prima o sbagli documento

Isee 2024: come prepararsi con la documentazione in base alla fascia di reddito e alla composizione del nucleo familiare, i dettagli.

Per rinnovare l’ISEE 2024, sono state introdotte nuove scale di equivalenza per determinare la fascia di appartenenza. Oltre ai redditi, ora conta anche la composizione del nucleo familiare. Questi due fattori combinati sono utilizzati nella formula di calcolo dell’ISEE, insieme al parametro della scala di equivalenza e le relative maggiorazioni.

calcoli equivalenza isee 2024
Nuove fasce di reddito isee, scopriamole nel dettaglio – (Lamiapartitaiva.it)

La scala di equivalenza è determinata in base al numero di componenti del nucleo familiare. Ad esempio, per un nucleo familiare composto da una sola persona, il parametro è 1.00. Per un nucleo familiare composto da due persone, il parametro è 1.57, e così via. Le maggiorazioni sono invece applicate per ulteriori componenti del nucleo familiare, come figli minorenni o persone con disabilità.

Isee 2024: attenzione alla fascia di reddito

Le fasce di reddito ISEE sono poi determinate in base ai dati indicati nella DSU. Si parte da due fasce di reddito e si applicano i parametri della scala di equivalenza. Per esempio, per la prima fascia ISEE, i redditi vanno da 10.632,94 a 30.303,87 euro. Per la seconda fascia ISEE, i redditi vanno da 21.265,87 a 60.607,74 euro.

L’ISEE è utilizzato per determinare il diritto a determinate prestazioni o l’importo di alcune agevolazioni, come ad esempio l’Assegno Unico per figli a carico o le esenzioni sulle tasse universitarie. Ogni università ha il suo metodo di calcolo per applicare gli sconti e le esenzioni sulle tasse universitarie.

calcoli equivalenza isee 2024
Calcolo isee, ecco come regolarsi – (Lamiapartitaiva.it)

Per compilare la DSU, è necessario indicare i dati anagrafici e patrimoniali del nucleo familiare, posseduti al 31 dicembre del secondo anno precedente. Esistono due modelli di DSU: mini e integrale. La DSU mini è utilizzata per i casi generali, mentre la DSU integrale è utilizzata per casi particolari, come ad esempio persone disabili o non autosufficienti.

La DSU ordinaria ha validità fino al 31 dicembre dell’anno in cui è richiesta. Nel caso in cui la situazione economica e familiare cambi significativamente nel corso dell’anno, è possibile richiedere l’ISEE corrente. Questo ISEE ha validità per 6 mesi e può essere richiesto per variazioni della situazione reddituale o patrimoniale.

L’ISEE 2024 tiene conto non solo dei redditi, ma anche della composizione del nucleo familiare. Le nuove scale di equivalenza e le maggiorazioni sono utilizzate nella formula di calcolo. È importante compilare correttamente la DSU e utilizzare il modello appropriato per il proprio caso.

Impostazioni privacy