Le tasse sembrano non finire mai, ma quante se ne pagano in totale in Italia?

L’Italia è uno dei Paesi europei in cui si pagano più tasse: quali sono e come funzionano le imposte dirette e indirette nel nostro Paese.

L’Italia è uno dei Paesi europei in cui si pagano più tasse: quali sono e come funzionano le imposte dirette e indirette nel nostro Paese.Contro una media degli Stati che fanno parte dell’OCSE, l’organizzazione per lo sviluppo economico, del 34%, il nostro Paese si aggira attorno al 43%. Quali sono le tasse che lavoratori, aziende e consumatori pagano in Italia?

Le imposte sul reddito e sul consumo

L’Italia è uno dei Paesi europei in cui si pagano più tasse: quali sono e come funzionano le imposte dirette e indirette nel nostro Paese. Si tratta di un’imposta fortemente progressiva, pagata dai lavoratori dipendenti in grandissima maggioranza, che contribuisce maggiormente rispetto alle altre imposte dirette al bilancio dello Stato. Il 14% circa di chi la paga contribuisce per il 62,5% al totale dell’Irpef versata.

Questo accade perché l’imposta è fortemente progressiva. Significa che più si guadagna, più l’Irpef aumenta. Sono infatti i lavoratori con redditi sopra i 35.000 euro lordi a pagare la maggioranza dell’Irpef totale. L’Italia è uno dei Paesi europei in cui si pagano più tasse: quali sono e come funzionano le imposte dirette e indirette nel nostro Paese., hanno acuito questa situazione, diminuendo le tasse ai redditi medio bassi e aumentando quelle ai redditi medio alti.

Documenti per il pagamento delle tasse
Unsplash @ Kelly Sikkema | lamiapartitaiva.it

L’altra tassa che contribuisce maggiormente al bilancio dello Stato, ma anche tra quelle più evase, è l’Imposta sul valore aggiunto, l’Iva. L’Italia è uno dei Paesi europei in cui si pagano più tasse: quali sono e come funzionano le imposte dirette e indirette nel nostro Paese.A differenza dell’Irpef è una tassa non progressiva. Tutti pagano l’Iva in modo indiretto quando comprano un bene o usufruiscono pagando di un servizio. La percentuale pagata è sull’importo, non sul reddito, quindi indipendentemente dalla propria situazione finanziaria, l’Iva ha la stessa entità a pari consumi.

L’Italia è uno dei Paesi europei in cui si pagano più tasse: quali sono e come funzionano le imposte dirette e indirette nel nostro Paese., sono il bollo auto, le accise sull’energia elettrica e sui beni energetici come la benzina e gli altri carburanti, l’imposta di bollo sui conti correnti. C’è poi l’IMU, imposta municipale sul possesso di una casa, la Tari sui rifiuti, e la Tobin Tax sui rendimenti dei prodotti finanziari. Infine esistono tasse sui beni di lusso e sul gioco d’azzardo di Stato, oltre che su alcool e tabacco.

Le tasse sulle aziende

Anche le aziende in Italia pagano alcune tasse. La più importante è l’ires, imposta alle società di capitali e che ammonta al 24% del fatturato, con una maggiorazione del 10,5% nel caso di società di comodo.

Esiste poi una lunga serie di tasse minori che le aziende si trovano a pagare: le ritenute utili societari, quelle di diritto per le Camere di Commercio,’imposta sostitutiva per la rivalutazione dei beni di impresa, la tassa annuale per i registri contabili, l’imposta sostitutiva per il regime forfettario, la Ias, ovvero l’imposta per l’adeguamento dei diritti contabili, le imposte doganali, l’imposta regionale per la concessione dei beni demaniali che versa l’ente privato che ha in concessione dei beni del demanio pubblico.

Fogli per il pagamento delle tasse
Unsplash @ Kelly Sikkema | lamiapartitaiva.it

Infine esistono imposte minori che si pagano soltanto in casi particolari. Ad esempio le tasse sull’istruzione, l’imposta di soggiorno per i turisti o quella per l’occupazione di suolo pubblico. Insieme contribuiscono tutte all’alta pressione fiscale che l’Italia impone alle proprie aziende e ai propri lavoratori per far funzionare la macchina statale.

Impostazioni privacy