Partita Iva a regime forfettario: se superi questo fatturato perdi subito l’agevolazione

L’impatto del superamento dei limiti di fatturato nel regime forfettario della Partita IVA: analisi dettagliata delle possibili conseguenze

Il regime forfettario per le Partite IVA rappresenta un’opportunità preziosa per molti professionisti autonomi. Tuttavia, questo beneficio è soggetto a precisi limiti di fatturato che, se superati, possono comportare significative variazioni nel trattamento fiscale.

cosa succede se si supera soglia partita iva
L’analisi approfondita delle possibili conseguenze derivanti dal superamento dei limiti di fatturato nel regime forfettario della partita IVA -(www.lamiapartitaiva.it)

È fondamentale comprendere chiaramente quali implicazioni comporti superare tali limiti, poiché le recenti disposizioni normative sollevano interrogativi cruciali in merito alla perdita immediata di questo regime agevolato. Analizzeremo quindi, nel dettaglio, le immediate conseguenze derivanti dal superamento dei limiti di fatturato nel regime forfettario della Partita IVA.

Partita IVA forfettaria: cosa accade superando gli 85.000 Euro

L’Agenzia delle Entrate ha emesso una circolare esplicativa per affrontare le incertezze attorno al regime forfettario delle partite IVA, recentemente soggetto a modifiche. Superare la soglia di 85.000 euro, tuttavia, non implica automaticamente la perdita del beneficio se il reddito rimane al di sotto dei 100.000 euro.

La nuova circolare ha il merito di fornire chiarezza su molti aspetti cruciali, soprattutto riguardo alle modifiche introdotte dalla recente legge di Bilancio. Ci si chiede principalmente cosa accada al superamento della soglia di 85.000 euro, ora innalzata rispetto al passato, e le risposte sono eloquenti: a partire dal 1° gennaio 2023, se si percepiscono ricavi o compensi superiori a 85.000 euro ma inferiori a 100.000 euro, ciò non pregiudica l’appartenenza al regime forfettario nell’anno del superamento. Tuttavia, comporterà l’uscita dal regime stesso a partire dall’anno successivo, con l’applicazione del regime ordinario.

cosa succede se si supera soglia partita iva
Regime forfettario Partita IVA: cosa succede oltre i 85.000 euro? -(www.lamiapartitaiva.it)

In sostanza, nel caso in cui un contribuente con partita IVA forfettaria superi i 85.000 euro, ma non raggiunga i 100.000 euro, non perde immediatamente i vantaggi del regime forfettario, ma transiterà al regime ordinario dall’anno successivo. Se, invece, il limite dei 100.000 euro viene superato, l’uscita dal regime forfettario avverrà già dal 2023 ormai superato.

Le modalità precise sono specificate: conformemente all’articolo 1, (comma 54, lettera b) della legge di Bilancio 2023, l’uscita dal regime forfettario avviene nell’anno in cui i ricavi o i compensi percepiti superano i 100.000 euro. In tale caso, si applica l’imposta sul valore aggiunto sulle operazioni effettuate che determinano il superamento della suddetta soglia. La circolare fornisce inoltre indicazioni su come gestire situazioni specifiche, come la fatturazione oltre i 100.000 euro (richiedendo la suddivisione della fattura in importi inferiori) e gli impatti del superamento dei limiti nelle annualità a venire.

Impostazioni privacy