Pensioni: arriva l’aumento ad una determinata età: ecco la cifra importante

Ottime notizie per le pensioni: arriva un aumento per chi ha una determinata età. Analizziamo nel dettaglio la misura e chi sono i beneficiari. 

Chi ha pensione e reddito bassi ha diritto a certe maggioranze sociali in base all’età anagrafica. Queste maggioranze sono forme di incremento delle prestazioni per soggetti economicamente svantaggiati. Questo, però, è un processo che comincia solo una volta raggiunti i 60 anni. Da qui vanno progressivamente a crescere col passare degli anni. Finora l’incremento massimo è stato a 70 anni, ma con la fine del 2023 è previsto un ulteriore aumento per i 75enni. Da notare, però, che alcuni di questi benefici vengono riconosciuti solo su diretta richiesta dell’interessato.

Pensioni, arriva l'aumento a una certa età
Pensioni: se arrivi a questa età ricevi un aumento – Lamiapartitaiva.it

La maggior parte delle maggioranze sociali hanno in comune il non dover superare la soglia del trattamento minimo INPS. In caso di pensionati coniugati i limite corrisponde al valore del trattamento minimo maggiorato dell’assegno sociale. Da notare che, nel 2023, il valore della pensione minima è pari a 567,94 euro. L’assegno sociale, invece, è di 507,03 euro. La maggiorazione, quindi, spetta a titolo personale a chi ha un reddito annuale pari o inferiore a 7.383,22 euro o coniugale di 13.974,61 euro. Le maggiorazioni possono anche spettare in misura parziale per chi è vicino alla soglia.

Aumento delle pensioni per certe età: tutti i dettagli

La prima maggiorazione spetta, quindi, tra i 60 e i 64 anni, risultando in un importo di 25,83 euro mensili extra. È necessario fare domanda all’INPS per riceverla. Raggiunti i 65 anni, l’importo della maggiorazione sale a 82,64 euro. Chi ha almeno 25 anni di contributi ha un ulteriore bonus, arrivando direttamente a 136,44 euro (o 124,44 per i titolari della quattordicesima mensilità). Arrivati a 70 anni si raggiunge il cosiddetto incremento al milione. L’importo, fisso e non rivalutabile, è lo stesso dell’età precedente con i 25 anni di contribuenti, ovvero 136,44 euro o 124,44 euro per i titolari alla quattordicesima.

Se hai questa età ti spetta un aumento della pensione
Hai diritto a un aumento delle pensioni se raggiungi queste età – Lamiapartitaiva.it

Questo funziona perché per ogni cinque anni di contributi, il limite di 70 anni viene anticipato di un anno fino a un massimo di 65 anni. Per quanto riguarda la quattordicesima, questa viene generalmente riconosciuta a 64 anni e viene pagata a luglio (o a dicembre per chi soddisfa i requisiti in seguito). In questo caso, a differenza delle maggiorazioni, l’accredito avviene in automatico per chi ha una pensione non oltre 2 volte il trattamento minimo.

Fino a dicembre 2023 c’è un’ultima maggiorazione per chi ha più di 75 anni, con un incremento pari al 6,4% (604,28 euro mensili). Questa, però, verrà rimossa da gennaio 2024, facendo posto a un incremento del 2,7% su tutte le pensioni sotto al minimo, a prescindere dall’età.

Impostazioni privacy