Proroga Superbonus 110% nel 2024: ultim’ora dal Governo

La questione Superbonus 110% è divenuta sempre più fitta e alla fine il Governo ha scelto di apportare una modifica rispetto a quanto deciso. 

La fine del Superbonus ha causato non pochi problemi generali, da subito si è parlato di una possibile proroga non accolta in modo determinante nei fatti da parte del Governo. La questione si è inasprita con la Legge di Bilancio, ma al momento sembra offrire una nuova opportunità.

Proroga Superbonus 110%
Quando si può utilizzare il Superbonus 110% – (lamiapartitaiva.it)

Il problema principale della fine del Superbonus non è solo in quanti nel nuovo anno non potranno beneficiarne ma, piuttosto, per tutti quegli edifici in corso d’opera che non sono riusciti ad ultimare i lavori e si ritrovano quindi a perdere di diritto l’agevolazione economica.

Superbonus 110%: la decisione del Governo

Il dossier sul Superbonus non è chiuso, questo vuol dire che per certi aspetti “c’è ancora speranza”, volendo sintetizzare la questione. La nuova proposta tratta di un Sal straordinario che potrebbe essere la proroga che tutti stavano aspettando.

La questione al momento è molto chiara, a partire dal 2024 infatti la detrazione del 90% passerà al 70% mentre nel 2025 scenderà ancora al 65%. Questo vuol dire che chi non rientrerà più nel beneficio dovrà pagare a proprie spese la differenza e i lavori da ultimare. Per questo il Sal straordinario potrebbe cambiare tutto ed essere una rete di salvataggio. In realtà non si tratta propriamente di una proroga ma piuttosto di un intervento differente.

Superbonus 2024
Superbonus 2024, l’incentivo del Governo -(lamiapartitaiva.it)

Appare abbastanza chiaro che di proroga il Governo non vuole parlare, quindi la Sal straordinaria potrebbe essere l’unica opzione al fine di consentire a tutti coloro che hanno condomini in corso d’opera di terminare i lavori senza dover pagare le differenze. Il Consiglio dei ministri si riunirà oggi, 28 dicembre, e nel pacchetto da discutere ci sarà proprio il Superbonus 110% che al momento è fuori dalla Legge di Bilancio.

Lo stato di avanzamento dei lavori potrebbe quindi diventare un punto di svolta ma l’agevolazione, inserita in un decreto del 2020, è comunque al giro di boa ed è destinata a sparire. Quindi sarà attivo fino al 2025 in via ufficiale, al 31 dicembre si chiude il 110% che diventa 70% per il 2024 e successivamente 65% per il 2025. Questo vale sia per le persone fisiche, gli istituti, le case popolari, i condomini, le onlus, le associazioni e le cooperative. Bisognerà aspettare ancora qualche giorno per capire se ci sarà modo di coprire ancora la percentuale che andrebbe modificata, come vuole la legge, andando però a concludere solo gli interventi già in essere.

Impostazioni privacy