Mutui: cosa sono le surroghe green che abbassano la rata del 25%

Ottime notizie per i mutui green di questo nuovo anno: le surroghe relative offrono la possibilità di abbattere le rate fino al 25%. Ripassiamo cosa sono e quali sono le novità

A gennaio 2024, le surroga dei mutui green, destinate ai proprietari di abitazioni in classe energetica A o B che intendono cambiare banca, offrono la possibilità di abbattere le rate fino al 25%.

Questa interessante opzione finanziaria presenta tassi che partono dal 2,45%, con un indice del 3,10% per le surroga ordinarie, secondo uno studio condotto da Facile.it.

In questo articolo ricordiamo che cosa sia e come funziona la surroga del mutuo, per poi passare a come ottenere questo notevole risparmio a partire dall’anno appena cominciato.

Cos’è la surroga del mutuo?

La surroga del mutuo, nota anche come portabilità del mutuo, è un contratto che consente di trasferire gratuitamente il debito residuo da una banca originaria a un altro istituto creditizio che offre condizioni più vantaggiose. Siti come Facile.it facilitano il confronto delle migliori offerte di surroga del mutuo, fornendo soluzioni intelligenti per semplificare la vita dei clienti.

Scopo della surroga del mutuo

Introdotto nel 2007 con la Legge Bersani, il processo di surroga non estingue il finanziamento originario ma offre un’opportunità ideale per ridurre l’importo delle rate del mutuo e risparmiare.

Questa pratica consente di modificare senza costi aggiuntivi parametri contrattuali come la durata del mutuo, l’importo delle rate, i tassi d’interesse e lo spread. La vecchia ipoteca non viene cancellata ma sostituita con il subentro della nuova banca, a costo zero per il mutuatario, con una durata media del processo di 60-90 giorni.

Mutuo e eredità
Eredità (Lamiapartitaiva.it)

A chi si rivolge la surroga del mutuo?

Se il mutuo per la prima casa offerto dalla tua banca risulta oneroso, la surroga è la soluzione flessibile per accedere a condizioni più vantaggiose e sostenibili. È possibile richiedere la surroga sia per mutui prima casa che per mutui seconda casa, compresi quelli già surrogati in precedenza.

La surroga conviene soprattutto a chi ha un mutuo relativamente “giovane”, con una quota di interessi significativa ancora da saldare.

Come funziona la surroga del mutuo?

La procedura della surroga prevede la sostituzione del finanziamento precedente con uno a condizioni più favorevoli presso una nuova banca. Viene trasferita l’iscrizione ipotecaria sull’immobile acquistato, e il cliente si impegna a saldare le rate mensili rimanenti alla nuova banca, che si assume i costi di trasferimento e le spese notarili.

I costi della surroga del mutuo?

Secondo il Decreto n.40 del 2007, la surroga non comporta alcuna spesa per il mutuatario. Tutte le spese, inclusi i costi notarili, le perizie dell’immobile e le spese di istruttoria, sono a carico della banca subentrante. Il vecchio istituto non può opporsi al trasferimento del mutuo né addebitare costi aggiuntivi al cliente.

Qualche consiglio utile

Se stai pensando di surrogare il tuo mutuo, è utile valutare attentamente alcuni fattori come lo spread proposto, il TAEG applicato e l’opportunità di sottoscrivere un’assicurazione vita.

I documenti necessari per la surroga includono la copia autentica del vecchio atto di mutuo, l’ammontare del debito residuo e i dati della nuova banca e del referente.

Quali sono le innovazioni di gennaio 2024

A partire da gennaio 2024, le surroghe dei mutui green, destinate ai proprietari di abitazioni in classe energetica A o B desiderosi di cambiare istituto bancario, offrono la possibilità di ridurre le rate fino al 25%.

Questa interessante prospettiva emerge da uno studio approfondito condotto sempre da Facile.it, sottolineando tassi che partono dal 2,45%, con un indice del 3,10% per le surroghe ordinarie.

Finanziamenti Green e vantaggi

Un’analisi generale del settore indica che la sottoscrizione di finanziamenti green offre condizioni estremamente favorevoli. Nel caso di un finanziamento standard di 126.000 euro da restituire in 25 anni, con un loan-to-value del 70%, i tassi fissi più competitivi per un mutuo prima casa partono dal 2,60%, generando una rata mensile di 572 euro.

Per coloro che optano per surroghe legate a immobili a basso impatto energetico, i tassi fissi agevolati scendono ulteriormente al 2,45%, promettendo un notevole potenziale di risparmio.

Riduzione della rata: un caso pratico

Considerando un finanziamento standard, il beneficiario potrebbe ridurre la sua rata fino al 25%, passando da 750 euro a circa 570 euro, con un risparmio apprezzabile di quasi 180 euro. Gli esperti del settore sottolineano anche che il calo degli indici ha determinato una significativa diminuzione dei tassi fissi offerti dalle banche.

Istituti di credito e mutui green

Attualmente, gli istituti di credito stanno prestando grande attenzione ai finanziamenti destinati alle abitazioni con elevate efficienze energetiche, dando un forte impulso ai mutui green.

Nel 2023, questi rappresentavano già il 7,2% delle richieste totali per la prima casa, evidenziando un cambiamento di tendenza nel settore finanziario immobiliare.

Impostazioni privacy